martedì 7 giugno 2016

HANG/HOLD ON



Impiccato
I tuoi dubbi come trave
Oscillo incerto
Fra fuga e ostinazione 
Le mie labbra consunte
Trofeo nella tua teca
Il mio cuore gomitolo
Fra le tue dita srotola
Dolore denso
Che separa 
Paure opposte
Visioni future
Certezze presenti
E questo tuo
Sfogliar brandelli
Di mia pelle
Come petali aruspici
Segna il tempo
Della mia attesa

2 commenti:

  1. Posso dire solo che mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
  2. Andrò direttamente a casa sua,
    suonerò il campanello ed entrerò.
    Ecco qui, prendimi …
    Oppure pugnalami a morte.
    Trafiggimi il cuore, trafiggi il cervello,
    trafiggi i polmoni, i reni,
    le viscere, gli occhi, le orecchie.
    Se solo un organo dovesse
    restar vivo, sei condannata…
    condannata ad appartenermi,
    per sempre,
    in questo mondo e nel prossimo
    e in tutti i mondi a venire.
    Henry Miller

    RispondiElimina